Filippo Coletti è nato nel 1949 a Napoli, la città ove ha ricevuto la prima formazione culturale ed artistica, si è diplomato alliceo artistico e all’Accademia di Belle Arti al corso di scultura del maestro Augusto Perez.


    Della città partenopea Coletti porta con sé e in ogni manifestazione lo spirito sensibile e la profonda umanità, con cui guarda ogni occasione e ogni aspetto della realtà che diviene poi il suo prodotto pittorico. È un artista che, pur lavorando con calma e serenità, come è sua natura, non ama riposarsi nella continua e appassionata ricerca di forme nuove.

 

Ancora giovanissimo, Coletti ha partecipato non solo a manifestazioni di importanza nazionale, ma anche a varie mostre rappresentative della pittura italiana all’estero. Lo troviamo alla prima mostra per la resistenza greca, alla mostra in favore dei miodistrofici, dove ottiene la medaglia d’argento: nel ’74 ancora una medaglia d’argento ad una rassegna nazionale di pittura e grafica. Lo vediamo al Provinciaal Museum Begijnhof Hasselt (Belgio): al centro internazionale d’arte contemporanea Salon de Nations di Parigi; ed inoltre lo vediamo a Milano e naturalmente in Svizzera.

L’elenco di tutte le mostre, collettive, personali e itineranti, a cui il Coletti ha partecipato è visibile su queste pagine del sito.

Oggi l’artista vive e lavora a Locarno (Ticino), Svizzera.